venerdì 15 settembre 2017

DA POMPEI VERSO IL GIUBILEO 2025

Papa Francesco a Napoli bacia il sangue di San Gennaro

il Governo del Mondo clicca qui






50.ANIMA POMPEIANA
Come ogni anno e in qualunque condizione atmosferica i pellegrini, in maggioranza donne, (le donne sono il target prevalente di questo Santuario mariano www.santuario.it ) si sono trovati in colonna in attesa di giungere davanti all'immagine miracolosa custodita nel Pontificio Santuario di Pompei e calata a terra per il bacio dei fedeli.

Una devozione intensa,vera, sentita, sincera, a differenza del disinteresse totale di ieri per la chiusura del Giubileo della Misericordia, come al solito il Popolo di Dio, a volte, é più avanti dei suoi Pastori.

Nella Storia della Chiesa le immagini sacre e mistiche hanno grande valore per la loro capacità di intercettare i desideri dei fedeli che pregano con convinzione non l'immagine in sé (sarebbe idolatria) ma la capacità dell'immagine d'essere tramite con il Cielo per una necessaria intercessione con il divino, pro-guarigione di un parente o quant'altro renda sollievo all'anima in pena. 

C'é un potere nelle immagini che non riusciamo ancora a capire fino in fondo, ma non solo nelle immagini sacre, in tutte le immagini dell'arte e in particolare nei Capolavori. 

E, come una carezza sul volto modifica la chimica del cervello, così la visione anche di un attimo di un Capolavoro o il bacio alla Madonna, provoca una nuova definizione dell'essere. 

Si va dalla Madonna per ripartire con più coraggio e fiducia nel superare le sfide della vita che a tutti i livelli si presentano ad ogni essere umano.Ogni giorno.

Chiude allora un "penoso" Giubileo della Misericordia il 12 novembre e il giorno dopo il 13 la Madonna recupera il flop cronico della Curia di Pompei e, con il Popolo di Dio rilancia alla grande una nuova speranza. 

Perciò é difficile che il Fondatore, il Beato Bartolo Longo- Avvocato possa raggiungere una fama come San Pio, tanto grande é l'importanza dell'immagine della Madonna del Rosario alla quale lui per primo si é consacrato e sacrificato per il bene nostro. 

Un messaggio quello del Beato Bartolo raccolto da Nino Coccoli e ProgrammiAmo Pompei .




Pompei, domenica 13 novembre 2016

ANNO SANTO DELLA MISERICORDIA
8 Dicembre 2015 - 20 Novembre 2016
Dal Giubileo della Misericordia al Grande Giubileo del 2025 ; La Porta del Cielo



Eminenza Pietro Parolin,
Questo mese muore il Giubileo e le scosse di terremoto in corso dicono assai...
muore un Anno Santo che non é mai veramente decollato
anche se c'é stato l'impegno di moltissimi,
un anno vissuto come qualcosa che un cattolico doveva fare
tipo una confessione ma i confessionali rimangono vuoti...
permangono nella Chiesa perdite di tempo enormi su discussioni marginali
mentre continuiamo a vivere tempi ultimi con due papi,
perciò le scosse di terremoto in corso
concludono un evento fatto più di ombre che di luci.
Non ci resta che puntare
con una determinazione e serietà planetaria migliore al 2025 


(...) il significato vero e proprio della Misericordia non consiste soltanto, fosse pure il più penetrante e compassionevole, rivolto verso il male morale, fisico o materiale; la Misericordia si manifesta nel suo aspetto vero e proprio, quando rivaluta, promuove e trae il bene da tutte le forme di male, esistenti nel Mondo e nell'uomo. Così intesa, essa costituisce il contenuto fondamentale del messaggio messianico di Cristo e la forza costitutiva della Sua Missione (...)

San Giovanni Paolo II, Dives in Misericordia 1980


"Arrivederci a presto". Papa Francesco



Grandissima accoglienza per Papa Francesco 
a Pompei, sabato 21 marzo 2015;
Ha iniziato l'impegnativa giornata a Napoli, dal Santuario della Madonna del Rosario di Pompei. Questo Papa Francesco é un miracolo che respira, e ci ricorda con il suo impegno pastorale che l'anima di ognuno di noi é un miracolo che respira. Un Papa Santo.
La Chiesa nella tempesta 
e il ritorno di Papa Francesco a Pompei

"Al massimo di potenza materiale dell'Occidente corrisponde il minimo della identità spirituale e sociale dei singoli. Il Papa combatte ora una battaglia contro la decadenza della religione nel pensiero cristiano". 
Don Gianni Baget Bozzo 1999 


Papa Francesco non é andato all'Expo' di Milano, Papa Francesco non é andato  alla Biennale di Venezia, Papa Francesco é andato a Firenze e tornerà a Pompei, già tornerà a Pompei :

 IL BEATO BARTOLO LONGO INVITA PAPA FRANCESCO A POMPEI clicca qui 

Undici mesi fa Papa Francesco veniva per la prima volta a Pompei.

Come in ogni Santuario mariano maggio ha portato una ripresa, ma la linea dominante é quella del calo costante delle presenze dei pellegrini nel Santuario di Pompei.

Se questo fosse dovuto alla crisi si dovrebbe verificare ad esempio anche a Lourdes, oppure agli Scavi di Pompei dove i turisti devono pagare un biglietto, ma i turisti agli Scavi sono in aumento (3.250.000 nel 2015) mentre i pellegrini a Pompei diminuiscono.

A Lourdes risultano costanti sui ventimila al giorno, il minimo per il Santuario dovrebbe essere diecimila al giorno di media, invece siamo sotto. 

Ripeterò sempre che la Fede non é una questione di numeri, ma quando ci sono strutture, dipendenti, e vocazione alla carità universale, che costa, i numeri contano. Altrimenti le scuole volute dal Fondatore si chiudono clicca qui pessimo risultato.

Allora dobbiamo pensare che sono stati vani tutti gli sforzi di promozione del passato e che il Vescovo non é in grado di riportare al presente la figura del Fondatore ? 

Non é una colpa, ognuno ha i suoi limiti. Complice anche la generale dimenticanza di Dio e una politica locale veramente di basso profilo.

Finché non si recupera il carisma di partenza, e si può fare solo con la Profezia autentica, il Santuario potrà solo continuare nella sua triste decadenza. Questo vogliamo impedirlo perciò aspettiamo con fiducia il ritorno di Papa Francesco a Pompei perché benedica nella Cappella del Beato Bartolo Longo clicca qui la mia Via Crucis-Lucis dedicata a San Giovanni Paolo II. Oppure andrò io a portare a Papa Francesco a Roma la Via Crucis-Lucis passando per Assisi .Stefano Armellin

Dal Giubileo della Misericordia 2015 al Grande Giubileo del 2025 : La Porta del Cielo

Pompei, Sabato 18 Giugno 2016 (Continua)



Ecco l'invito per la prima visita di  Papa Francesco a Pompei 
consegnato al Vescovo di Pompei venerdì 7 marzo 2014 


70. ANIMA POMPEIANA
CANTA E CAMMINA OMAGGIO A MONS. BALDASSARRE CUOMO, Sala Marianna De Fusco, Pompei Santuario, www.santuario.it
In un mondo dove i vescovi non sanno fare i vescovi, i politici non sanno fare i politici, la silente presenza del Quadro miracoloso a Pompei, la silente presenza del corpo Santo del Beato Bartolo Longo unito alla poesia alta e mistica di Don Baldassarre Cuomo, ebbene, questa silente presenza vibra oggi come un colpo d'ascia, per colpire di netto il collo ipocrita della cattiva coscienza dei cattolici, noi tutti, che non sanno più fare i cattolici.
Perciò azzardo in questa recensione unire in foto la copertina di un libro opposto nei contenuti : il Malaffare di Carlo Alberto Brioschi, breve storia della corruzione.
Perché é questa corruzione che fa da sterco, da concime per la Poesia di ogni epoca storica, e la nostra epoca é quella che richiede di superare le sfide più grandi e difficili.
Lo scrisse Sant'Agostino : la Chiesa é santa e prostituta, la Poesia autentica non abbandona le prostitute ma le salva, così dice il Vangelo. Don Baldassarre da novant'anni scrive dell'anima con l'anima.
I canti in apertura di serata, offerti come preghiera dalla corale locale : Santissimo Salvatore, hanno lasciato intravedere una flebile speranza, una debole concretezza, caratteristica dei Tempi Ultimi, come un volo di gabbiani sulle rovine degli Scavi che poi sono nient'altro che le macerie visibili della nostra anima, le rovine stesse dell'Occidente.
La Poesia ri-ferisce, affonda la Parola nella piaga, dentro la ferita originale, all'inizio del tempo se mai può esistere il tempo quando con l'anima viviamo una dimensione eterna.
E San Paolo ci ricorda allora che proprio per questo soffio di eternità, ognuno di noi é il Tempio dello Spirito.
Don Baldassarre aggiunge il racconto poetico di una vita che si rivela per Pompei e il mondo, come un dono prezioso e ricco di senso, in questa solenne Epifania che non si può esaurire nella festa della calza ripiena.
Immagino che Federico Fellini oggi avrebbe scelto Don Baldassarre come protagonista di una nuova edizione della Voce della Luna, tanto Don Cuomo rappresenta l'incarnazione anche fisica della Poesia, del Poeta, come lo fu Zanzotto, come lo fu Leopardi.
Baldassarre nasce poco dopo la morte del Bartolo Longo e il nome stesso lo incardina nel presepe, mirabile la profezia fatta alla madre di questa pura e limpida vocazione.
Nel volume presentato con perizia e professionalità dagli insigni relatori si possono conoscere sia la Biografia sia la particolare Missione Mariana.
In questo scritto ho scelto di dare rilievo alla Poetica.
Don Pietro Caggiano ha organizzato la serata e presentato molto bene il volume, annunciando ai numerosi presenti in sala, l'impegno per il primo centenario del Santuario di Pompei, come dovere di tutti i credenti vicini e lontani.
Le poesie di Baldassarre invece, vanno lette, scoperte, conosciute, richieste e infine accolte nel cuore, come semi capaci di germogliare la speranza.
E' questa in definitiva la Missione della Poesia che Baldassarre interpreta da vero sacerdote Mariano nonostante che il mondo insegua chimere frivole, e sfuggenti calze ripiene di dolci.
Ma proprio qui sta la forza del Poeta, quella di sovrastare con la Parola, la decadenza della civiltà, e sempre con la Parola, capace di Dio, riuscire a sollevare la civiltà intera per introdurla all'interno della Misericordia divina, lasciando alla Giustizia un percorso diverso e chiaramente infernale.
Tempi Ultimi.
Quindi la cifra del Poeta Baldassare, nel suo Novantesimo compleanno é la Madonna del Rosario non disgiunta dal Beato Bartolo Longo.
La durata della vita fa il Poeta ? Dicevamo prima che l'anima vive l'eternità del Cielo, la Poesia é un dono del Cielo che produce frutti celesti, perciò poeti non si nasce e non si muore, ma si resta ! uniti da sempre e per sempre nell'abbraccio divino.
Stefano Armellin
Pompei, giovedì 5 gennaio 2016




"Un giorno tutti i Popoli della Terra saranno in assemblea ai piedi della Madonna di Pompei". Beato Bartolo Longo

Lo sviluppo inedito della Profezia del Beato Bartolo Longo si trova nel post 191 di 2013 del Poema visivo del XXI secolo (clicca qui) ecco il testo : 

Lettera aperta a tutti i Presidenti di tutti gli Stati del Mondo

Gentili Signore e Signori,
mi faccio portavoce di sette miliardi di persone,che saranno nove miliardi e duecento milioni nel 2050; scrivo senza un mandato ufficiale, perciò le mie parole sono tranquille, sono le parole di uno che passa di qui e vede benissimo quel che anche voi conoscete; ma troppo lento cari Presidenti è il vostro fare, troppo lento davanti alle quotidiane emergenze planetarie.
Questa osservazione siamo in moltissimi a farla, in particolare coloro che respirano aria inquinata, che bevono acqua inquinata e mangiano cibo avariato quando c’è, ma il più delle volte non c’è, in particolare coloro che sono ingiustamente torturati, schiavizzati e prostituiti sulle strade del Mondo a tutti i livelli.

Perciò ho pensato di invitarVi a studiare il Poema visivo del XXI secolo : il Volto del Mondo e la Croce 1993/2013 che sta correndo on line molto bene nel Pianeta, proprio come una stella cometa, fatene buon uso.

Invece per concretizzare la necessaria riforma dell'ONU capace di portare i popoli del Mondo all'interno di una Democrazia della Coscienza mondiale serve un impegno quotidiano e una data possibile di riferimento che ho individuato nell'Anno Santo 2025. Potrebbe essere l'anno giusto per capire in concreto quante possibilità ci sono di costruire con successo la Prima Costituzione degli Stati Uniti del Mondo.

Pace e Gioia
Stefano Armellin

Pompei, 10 ottobre 2008 aggiornato al 15 gennaio 2013 e al 13 gennaio 2014 e 27 febbraio 2014, mercoledì 23 luglio 2014

 il Governo del Mondo clicca qui 

Per comprendere in sintesi il Poema visivo del XXI secolo leggi anche : 

E' nato un Capolavoro 1367 di 2013 clicca qui

La fine della Biennale, l'Illuminazione di The Opera 1339 di 2013  clicca qui  

Cronologia di un Capolavoro italiano 1264 di 2013 clicca qui

Atto Nono Risorto ! 1121 di 2013 clicca qui

Atto Ottavo 1108 di 2013  clicca qui 


Atto Settimo 1101 di 2013 clicca qui

Atto Sesto Intervista con l'Artista clicca qui

Atto Quinto 1081 di 2013 clicca qui

Atto Secondo Expo' Milano 2015 1050 di 2013 clicca qui

il Quadro del Mondo 1047 di 2013 clicca qui

Via Crucis-Lucis 2007/2011 1041 di 2013 clicca qui

La Porta del Cielo 1014 di 2013 clicca qui

Roma 2025 The Opera 1003 di 2013 clicca qui

Motivazioni su 999 di 2013 clicca qui

Stati Uniti del Mondo 855 di 2013 clicca qui

Da Michelangelo ad Armellin 602 di 2013 clicca qui 


Lettera aperta a Walter Guadagnini 588 di 2013 clicca qui


Caro Benedetto XVI 267 di 2013 clicca qui

The Opera e la Basilica di San Pietro a Roma 173 di 2013 clicca qui

Supplica 86 di 2013 clicca qui

Verso gli Stati Uniti del Mondo 51 di 2013 clicca qui

L'idea del Museo 14 di 2013 clicca qui

Pellegrinaggio a piedi : Roma-Assisi 1997 ; 1 di 2013 clicca qui

Lectio Magistralis del Cardinale Segretario di Stato Pietro Parolin :

L'attività diplomatica della Santa Sede a servizio della Pace clicca qui

Per una economia della dignità clicca qui


Beato Bartolo Longo (foto in alto) Fondatore di Pompei e del Santuario
I fedeli sono invitati alla preghiera per ottenere, con un miracolo, la canonizzazione 
del Beato Bartolo Longo; Al centro il progetto per l'Anno Santo 2025; In basso da sinistra a destra
Benedetto XVI, Stefano Armellin nel 1991 al termine della Traversata solitaria delle Alpi ; Stefano Armellin con il Parroco Don Sebastiano, in Via Arpaia nel 2009, nel luogo dove Bartolo Longo ebbe l'ordine di Maria per fondare il Santuario ; San Giovanni Paolo II e Stefano Armellin in Vaticano nel 1995
Benvenuto Mons. Tommaso Caputo a Pompei, buona Missione Mariana.

Questo Santuario è fondato su un Quadro giunto a Pompei grazie al Beato Bartolo Longo il 13 novembre 1875, la posa della prima pietra avvenne l'8 maggio 1876; Pompei divenne Comune nel 1928 e in seguito Città. Lei oggi nella sua prima omelia ufficiale ha dato un'apertura di pensiero mondiale.

Come autore della Madonna del Vesuvio (video sotto) ricordo un pensiero del Beato Bartolo Longo sulla nascente Pompei : "...questo assembramento dico, fabbricato all'ombra delle mura del Santuario, secondo, come la classica Pompei, ai lembi del monte distruttore, non ne temerà il destarsi, nè l'ira divoratrice, poichè avrà avuto principio dalla divozione a Maria e siederà sicura sotto lo scudo della Regina del Cielo".

C'è inoltre un'altra Profezia del Beato che attende compimento, e i tempi sono maturi per realizzarla, e almeno in parte, virtualmente è realizzata nel mio Blog,  dice : "Un giorno tutti i Popoli della terra saranno in assemblea ai piedi della Madonna di Pompei". E' come l'invito a generare una nuovo ordine mondiale.

Perciò porto avanti da Pompei la maggiore iniziativa artistica al Mondo in prospettiva Grande Giubileo del 2025, quando maggiore sarà la possibilità di concretizzare la tanto auspicata comunione d'intenti internazionale verso la prima Costituzione degli Stati Uniti del Mondo.

Pace e Gioia

Stefano Armellin

Pompei, sabato 12 gennaio 2013 aggiornato a lunedì 18 agosto 2014





Il Pontificio Santuario della Beata Vergine del Rosario di Pompei
visto da Pompei Scavi ingresso Porta Anfiteatro
"Dio non può semplicemente ignorare tutta la disobbedienza degli uomini ; Tutto il male della storia, non può trattarlo come cosa irrilevante ed insignificante. Una tale specie di misericordia di perdono incondizionato sarebbe quella grazia a buon mercato contro la quale D. Bonhoeffer di fronte all'abisso del male del suo tempo, si é a ragione pronunciato.
L'ingiustizia, il male come realtà non può semplicemente essere ignorato, lasciato stare. Deve essere smaltito, vinto. Solo questa é la vera misericordia". 
Benedetto XVI Papa Emerito